Russia Aziende

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ultime notizie dalla Russia e CSI

Russia Italia - procedura semplificata visti

Le autorità italiane hanno avviato la procedura semplificata per il rilascio dei visti per i russi alla vigilia della manifestazione Expo-2015, che si svolge a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. In particolare, stiamo parlando della possibilità del pagamento della tassa consolare per il visto attraverso Internet. Secondo Ragaglini, il numero tolate dei visti rilasciati dal Consolato e` in diminuzione perche’ in un anno e mezzo, il numero di visti a lungo termine emessi è aumentato di due volte e mezzo, al momento i visti a lungo termine rappresentano il 90% di tutti i visti in questo periodo.

Russia Aziende da materiali Portalino Pianeta Russia

Russia, import arredo in crescita

Il 2013 ha segnato un forte rallentamento nella produzione di mobili in Russia. Secondo gli esperti del settore le importazioni di mobili in Russia stanno crescendo più rapidamente che il volume della produzione locale. La riduzione dei dazi doganali sulle importazioni di mobili nel 2014 per la graduale implementazione degli accordi WTO e l'entrata in vigore del nuovo regolamento a luglio rappresenterà un'ulteriore criticità per i produttori russi.

 

Secondo i dati dell’azienda analitica “Express –Obzor” nel 2013 i volumi della produzione locale suono diminuiti dell'11% rispetto al 2012, con un totale pari a 97,9 miliardi di rubli. Dinamica particolarmente negativa per i mobili da cucina ( -17 % ).

 

Russia Aziende, da materiali Portalino Fonte: ICE

Il mercato delle calzature in Russia

Il mercato delle calzature in Russia continua a crescere. Nel 2012 l’aumento è stato pari al 12%, nel primo semestre del 2013 – del +7%. Secondo gli analisti, tale ritmo di crescita continuerà nel prossimo triennio, portando il settore calzaturiero russo a un valore prossimo ai quaranta milioni di dollari nel 2015.

 

Circa il 10% delle vendite in termine del valore è rappresentato dalle calzature di alta gamma, il 38% dal prodotto di fascia media, il 52% dal prodotto di livello basso. Il segmento più remunerativo e dinamico è quello medio – si stima che nel 2015 arriverà a valere 17,4 miliardi di dollari, con una quota del 44%.

 

Per quanto concerna la distribuzione delle calzature in Russia, il canale principale è rappresentato dalle catene specializzate, che rappresentano da sole il 35% delle vendite. In calo la quota dei mercatini, che comunque apporta ancora un 40% di vendite, soprattutto nelle piccole città russe sotto i 100.000 abitanti ove è minore il livello del reddito.

 

Per le aziende italiane del settore calzaturiero che desiderano espandersi sul mercato russo, "Russia Aziende" propone servizi dedicati, tra cui elenchi aggiornati di imporatori e distributori russi, personalizzati in base al vostro prodotto e posizionemento.

 

Per maggiori informazioni, inviate una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Italia-Russia: e' anno record per interscambio

(AGI) - Mosca, 20 nov. - Stando ai dati Istat, nei primi sei mesi del 2013 l'interscambio tra Italia e Russia e' cresciuto del 15,9%, piu' che con qualsiasi altro Paese Brics.

 

Tra questi, la Russia rappresenta il principale mercato per il nostro export (nel 2012, 10 miliardi di euro, contro i circa 9 esportati in Cina). Se la tendenza continua cosi' - fanno notare dall'ufficio commerciale dell'ambasciata a Mosca - l'interscambio quest'anno superera' il record di 28,3 miliardi di euro, registrati nel 2012. In particolare, il volume delle esportazioni italiane andra' oltre il livello del 2008, avvicinandosi agli 11 miliardi di euro.

 

Secondo i dati Istat, l'anno scorso la meccanica e' stato il settore piu' esportato, con un totale di 3,3 miliardi di euro (+1% rispetto al 2011). Al secondo posto e in crescita, come fanno notare dall'ufficio Ice di Mosca, vi e' la moda, inclusi gli accessori, che la Russia nel 2012 ha importato dall'Italia per circa 2,1 miliardi di euro (+12,5%). Anche l'arredamento e l'edilizia crescono, segnando un +10,3% nel 2012 e un +11,2% nel 2013, con un valore di export, l'anno scorso, di circa 1 miliardo di euro. In questo comparto, la Federazione russa, con una quota di mercato di 5,3% (nel 2013) si posiziona quinta tra i maggiori importatori dal nostro Paese.

 

La Russia e' molto importante per il sistema italiano - ha spiegato l'ambasciatore presso la Federazione russa, Cesare Maria Ragaglini, in un briefing con la stampa italiana - e molte aziende si sono salvate alla crisi per aver avuto l'intuito di sbarcare in questo mercato. Nonostante la crisi e anche il rallentamento dell'economia russa, non ci sono stati disinvestimenti da parte di imprese italiane. Anzi, sono sempre di piu' le piccole e medie imprese che si affacciano sul mercato russo, sottolinea il consigliere commerciale dell'ambasciata, Leonardo Bencini. Ne e' una prova la recente apertura a Mosca della sede di rappresentanza di Banca Popolare di Vicenza, ha aggiunto il diplomatico, spiegando che iniziative come questa rispondono proprio alla crescente esigenza di internazionalizzazione delle aziende italiane.

 

Russia Aziende, da materiali ICE

Commercio elettronico in Russia - metodi di pagamento

Il mercato dell'ecommerce russo resta prioritario per la PayPal, il più diffuso sistema di pagamenti on-line al mondo. Arrivata ufficialmente in Russia nel giugno di quest'anno, ora la PayPal apre alla operazioni in rubli, la valuta della Federazione Russa. L'implementazione dei pagamenti in rubli consentirà alla PayPal di collegarsi al sistema bancario russo - ora gli utenti potranno connettere il proprio conto PayPal al conto corrente in valuta nazionale, con ovvie comodità nei prelievi e versamenti. Abilitando le operazioni in rubli, la PayPal sfida apertamente gli altri operatori di pagamenti in line russi, in primo luogo Yandex Money.


La strada per crescere è lunga -  ad oggi Yandex Money dichiara 14 milioni di conti attivi in Russia, mentre la PayPal ha un portfolio utenti di 3 milioni, ma il mercato dell'ecommerce russo è immenso, pari a 1,8 trilioni di rubli nel 2012, e continuerà una crescita a doppia cifra nel prossimo lustro. I pagamenti on line piacciono ai russi sia per gli acquisti nazionali, sia per le spese e i trasferimenti all'estero - sempre nel 2012 i russi hanno trasferito on line oltre 28,5 miliardi di dollari per l'acquisto di beni e servizi.

 

Questo significa un'opportunità eccezionale per gli operatori italiani, in particolare del settore moda, abbigliamento e accessori, calzature, elettronica, casalinghi e oggettisica ecc., che ora possono espandersi sul mercato russo senza dover implementare sistemi di pagamento locali, ma appogiandosi alla sicurezza e comodità di PayPal, per vendere ai consumatori russi in piena sicurezza e con icasso immediato dei pagamenti.

 

Se siete interssati a creare un'attività di commercio elettronico verso la Russia, inviateci il vostro progetto e la richiesta all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Proponiamo soluzioni di ecommerce russo adatti alle esigenze di ogni cliente, dal piccolo riventitore al grande store, con invesitmenti minimi.

 

RussiaAziende, da fonti BBC.

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Settembre 2013 06:59
...
You are here: News